Statuto

Italian
Statuto

SPORTFORMA a.p.d., riconosce la qualità di socio a tutti coloro che partecipano alla vita associativa, ne accettano lo statuto sociale portando con continuità il loro contributo associativo, culturale ed economico.

Art.1 DENOMINAZIONE

É costituita, con riferimento all'art. 18 della Costituzione Italiana, agli artt. 36, 37 e 38 del Codice Civile ed al D.L.vo 460/97, l'Associazione sportiva, culturale e ricreativa denominata:
SPORTFORMA, ASSOCIAZIONE POLI SPORTIVA DILETTANTISTICA

Art.2 SEDE

L'Associazione ha sede in Torino, via Chiesa della Salute 97/b

Art. 3 - RAPPRESENTANZA LEGALE

Il potere di legale rappresentanza dell'Associazione spetta alPresidente; in caso di suo impedimento o assenza, la legale rappresentanza dell'Associazione spetta al Vicepresidente.

Art. 4 SCOPI, OGGETTO SOCIALE e SETTORI DI ATTIITA'

 

Art.5 SOGGETTI TESSERATI/SOCI E ORGANISMI AFFILIATI

 

  1. Art. 6 - PATRIMONIO Il Patrimonio dell'Associazione è costituito da:

  2. beni mobili e immobili e danaro pervenuti all'Associazione per donazione o successione;
  3. i beni di ogni specie acquistati dall’Associazione sempre destinati alla realizzazione delle sue finalità.
  4. I beni mobili di proprietà degli Associati o di terzi dati in uso all’Associazione, che si intendono, salvo patto contrario, concessi in comodato gratuito.
  5. I beni possono essere acquisiti dall’Associazione e risultano elencati nell’inventario che è depositato presso la sede dell'Associazione e può essere consultato dagli Associati. Le entrate dell'Associazione sono costituite da:
  6. proventi derivanti dal proprio patrimonio;
  7. contributi di privati e associazioni;
  8. contributi dello Stato, di Enti o di Istituzioni pubbliche finalizzati esclusivamente al sostegno di specifiche e documentate attività o progetti;
  9. contributi di organismi internazionali;
  10. donazioni, lasciti testamentari e atti di liberalità;
  11. rimborsi derivanti da convenzioni;
  12. entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali;
  13. quote associative;
  14. proventi delle varie attività; sportive, culturali, didattiche e ricreative.
  15. ogni altro tipo di entrata derivante o connessa con le attività esercitate.
  16.  
  17. 1. L'Associazione ha il divieto di distribuire ai soci oltre che agli affiliati, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitali, salvo che la loro distribuzione o destinazione non siano imposte dalla legge.
    2. L'eventuale avanzo di gestione annuale dovrà; essere impiegato per la realizzazione delle finalità; istituzionali o di attività; a queste ultime direttamente connesse.

     

 

 

Art. 7 DIVIETO DI DISTRIBUZIONE DI UTILI

  1. SPORTFORMA, associazione polisportiva dilettantistica, con il contributo di tutti coloro che, condividendo le finalità dell'associazione, mettono volontariamente a disposizione il proprio tempo, le proprie capacità e la propria passione, per il raggiungimento degli scopi sociali :
    • diffondere e promuovere lo sport dilettantistico in ogni sua accezione, educativa, ricreativa, culturale con particolare riguardo a quella giovanile, nel rispetto dei principi, delle regole e delle competenze del CONI stesso, delle Federazioni Sportive Nazionali e delle Discipline Sportive Associate;
    • collaborare con altri Enti Sportivi, anche di carattere internazionale, al fine di promuovere lo sport ed Organizzare manifestazioni Sportive;
    • formare operatori e tecnici sportivi tramite l'Organizzazione di corsi, convegni e seminari specifici in materia sportiva o su argomenti comunque connessi alle tematiche Sportive;
    • svolgere iniziative di promozione sportiva, culturale, turistica, ricreativa e sociale;
    • promuovere ed organizzare convegni, manifestazioni, mostre e rassegne per i propri Associati, Iscritti e Partecipanti;
    • organizzare tornei, corsi, stage, gare sportive per i Soci, Iscritti, Associati o Partecipanti
    • organizzare incontri, ritrovi, serate musicali e feste tra i Soci, Iscritti, Associati o Partecipanti;
    • pubblicare periodici e notiziari riguardanti le attività associative, nonché curare la stampa, la riproduzione e la pubblicazione di volumi, testi e circolari riconducibili ad attività che costituisce l'oggetto associativo;
    • organizzare gite, viaggi, soggiorni e vacanze per i Soci, Iscritti, Associati o Partecipanti;
    • gestire una biblioteca, una videoteca ed un audioteca sociali;
    • realizzare propri audiovisivi, fotografie, gadget, equipaggiamento, attrezzature sportive ed ogni altro materiale ed oggetto necessario al perseguimento degli scopi sociali, curandone la distribuzione;
    • utilizzare e creare siti internet, strumenti multi-mediali ed affini, avvalendosi di strumenti tecno-logici, ed in particolare informatici e telematici;
    • condurre e gestire impianti sportivi, ricreativi, ricettivi in genere, compresa la somministrazione di alimenti e bevande ai Soci, Iscritti, Associati o Partecipanti;
  2. Esplicitamente accetta ed applica le norme e le direttive del C.O.N.I., nonché gli Statuti, Regolamenti e quanto deliberato dai competenti organi delle Federazioni Sportive Nazionali o enti riconosciuti di Promozione Sociale o Sportiva a cui deliberasse di aderire in base alla specifica attività svolta dall'associazione stessa, nell'ambito dei propri fini istituzionali evidenziati dal presente Statuto.
  3. L'associazione si articola in quattro distinti settori:
    1. Pesistica e Cultura Fisica
    2. Pugilato
    3. Lotta e Arti Marziali
    4. Attività sportive amatoriali, riabilitative ed educative, di fitness, sociali e ricreative.
    1. I tesserati:
  4. Possono far parte di SPORTFORMA Associazione Polisportiva Dilettantistica le persone fisiche che siano interessate all'attività svolta dalla stessa. L'Associazione riconosce la qualità di Socio a tutti coloro che partecipano alla vita associativa, ne accettano lo Statuto Sociale portando con continuità il loro contributo associativo, culturale ed economico.
  5. I Soci, in numero indeterminato, si suddividon in:
    1. Soci Ordinari;
    2. Atleti;
    3. Insegnanti Tecnici;
    4. Dirigenti Sociali;
    5. Soci Onorari;
  6. Il tesseramento delle persone di cui alla Lettera a) è valido dal momento dell'accettazione della domanda di iscrizione; il tesseramento delle persone di cui alle Lettere b) è valido al momento dell'avvenuta registrazione alla FSN della disciplina sportiva praticata; il tesseramento delle persone di cui alla lettera c) è valido dall'atto dell'iscrizione nei relativi ruoli associativi; il tesseramento delle persone di cui alla lettera d) è valido da momento dell'elezione o della nomina; il tesseramento delle persone di cui alla lettera e) è valido rispettivamente dall'atto della proclamazione o della nomina.
    1. Organismi Affiliati:
    1. Possono affiliarsi a SPORTFORMA – Associazione Polisportiva Dilettantistica organismi che prestano la loro opera per la realizzazione di iniziative atte al raggiungimento dei fini istituzionali che utilizzano le strutture e/o i servizi del Sodalizio, se società sportive dilettantistiche costituite nei modi previsti dall'art.90 della legge 289/02, così come modificato dalla legge 186/04.
    2. Gli organismi che intendono affiliarsi all'associazione SPORTFORMA devono presentare domanda di affiliazione secondo le norme di affiliazione e tesseramento stabilite annualmente, indicando i settori di attività nei quali intendono operare, in conformità con le disposizioni contenute negli appositi regolamenti.
    3. Gli organismi affiliati devono:
    • ottenere il riconoscimento dal consiglio direttivo di SPORTFORMA;
    • essere retti da un proprio statuto che preveda espressamente l'assenza di fini di lucro e che sia inspirato ai principi di democrazia interna e di pari opportunità, in armonia con le norme e direttive del CONI nonché allo statuto e ai regolamenti di SPORTFORMA;
    • essere amministrati da organi composti da persone elette che risultino esenti da condanne definitive per reati non colposi, da radiazioni dall'associazione SPORTORMA o dalle Federazioni Sportive Nazionali del CONI o da enti di promozione sportiva o dalle Discipline Sportive Associate.

     

     

  7. Art. 8 - DOMANDA DI AMMISSIONE
    1. Per ottenere l'ammissione all'Associazione occorre:
    a) presentare domanda alla Segreteria dell'Associazione compilando il modulo predisposto in ogni sua parte;
    b) accettare le norme del presente Statuto;
    c) versare la quota associativa:
    d)avere una irreprensibile condotta morale e sportiva.
    2. L'ammissione a Socio è subordinata all'accoglimento della domanda da parte del Consiglio Direttivo, il cui giudizio è insindacabile. Le domande di ammissione a Socio presentate da minorenni dovranno essere controfirmate dall'esercente la potestà parentale. 3. La quota associativa non può essere trasferita a terzi ad alcuno titolo né può essere rivalutata.

     

    Art. 9 DIRITTI E DOVERI DEI TESSERATI/SOCI E AFFILIATI

    1. Tutti i Soci hanno poteri e responsabilità sociali, che potranno essere meglio precisati in eventuale apposito regolamento, costituiscono le Assemblee Ordinarie e Straordinarie dell'Associazione e godono dell'elettorato attivo e passivo. Tutti i soci, che abbiano raggiunto la maggiore età, esercitano il diritto di voto. Ogni Socio o Affiliato può esercitare un solo voto.
    2. I Soci, gli Organismi affiliati e i soci ad essi aderenti tesserati alla SPORTFORMA Associazione polisportiva dilettantistica,possono partecipare all'attività dell'ente; acquisiscono il diritto a frequentare i locali e gli impianti sociali secondo le modalità stabilite in apposito Regolamento, nonché di usufruire dei vantaggi e dei servizi dell'Associazione.
    3. I soci ordinari, che aderiscono all'Associazione SPORTFORMA devono prestare la loro opera gratuitamente.
    4. La tessera ha durata annuale e tutti i Soci possono rinnovare ogni anno la loro iscrizione senza alcun vincolo e, all'atto, sono tenuti al pagamento della quota associativa nella misura e secondo le modalità stabilite di anno in anno dal Consiglio Direttivo della Associazione attraverso le circolari organizzative annuali. Si impegnano altresì, al rispetto di tutte le norme e deliberazioni sociali e ad adempire agli obblighi di carattere economico, secondo le disposizioni di SPORTFORMA. La Quota Associativa è intrasmissibile e non rivalutabile. Gli affiliati devono annualmente provvedere al rinnovo dell'affiliazione e del tesseramento nei termini stabiliti.
    5. I tesserati di SPORTFORMA sono tenuti all'osservanza, delle regole dettate dalle Federazioni Enti di Promozione Sociale ai quali l'Associazione aderisce o e affiliata e del Codice di Comportamento Sportivo emanato dal CONI; inoltre hanno il dovere di difendere nel campo sportivo ed in quello civile il buon nome della Associazione.

     

    Art. 10 CESSAZIONE DI APPARTENENZA A SPORTFORMA

    1. I Soci e Affiliati cessano di appartenere alla SPORTFORMA, Associazione polisportiva dilettantistica
    1. per mancato rinnovo annuale del tesseramento o affiliazione;
    1. per recesso;
    2. per dimissioni volontarie fatte pervenire in forma scritta alla Presidenza;
    3. per morosità nel pagamento delle quote sociali senza giustificato motivo;
    4. per radiazione, deliberata dal Consiglio Direttivo, pronunciata contro il tesserato o affiliato che commetta azioni ritenute disonorevoli entro e fuori dell'Associazione o che, con la sua condotta, costituisca ostacolo al buon andamento del Sodalizio;

    In caso di cessazione gli affiliati devono provvedere al pagamento di quanto ancora dovuto a SPORTFORMA ed agli altri enti affiliati. I componenti dell'ultimo consiglio direttivo degli affiliati cessati, comunque costituito, saranno personalmente e solidamente tenuti all'adempimento di quanto sopra.

    1. A carico dei Soci possono essere adottati i provvedimenti di ammonizione e sospensione, valutata la gravità dei comportamenti tenuti e dopo aver contestato all'Associato, per iscritto, i fatti che giustificano il provvedimento. L'Associato ha diritto di presentare le proprie difese entro e non oltre il termine di cinque giorni dalla data di ricevimento delle contestazioni o, comunque, entro i termini previsti dalle normative vigenti.

     

    Art. 11 ANNO SOCIALE

    L'anno sociale e l'esercizio finanziario iniziano il 1° gennaio e terminano il 31 dicembre di ciascun anno.
     

    Art. 12 ORGANI

    Gli Organi Sociali sono: a) l'Assemblea Generale dei Soci; b) il Consiglio Direttivo; c) il Presidente.
     

    Art. 13 ASSEMBLEA

    1. L'Assemblea Generale dei Soci è sovrana ed è il massimo Organo deliberativo dell'Associazione. Essa regola la vita associativa ed è convocata in sessioni ordinarie e straordinarie. Quando è regolarmente convocata e costituita rappresenta l'universalità degli associati e le deliberazioni da essa legittimamente adottate obbligano tutti gli associati, anche se non intervenuti o dissenzienti.
    2. La convocazione dellassemblea straordinaria potrà essere chiesta al Consiglio Direttivo da almeno la metà più uno degli associati in regola con il pagamento delle quote associative all'atto della richiesta che ne propongono l'ordine del giorno. In tal caso, la convocazione è atto dovuto da parte del Consiglio Direttivo. La convocazione dell'assemblea straordinaria potrà essere altresì; chiesta dalla metà più uno dei componenti il Consiglio Direttivo.
    3. L'Assemblea dovrà essere convocata presso la sede della polisportiva o, comunque, in luogo idoneo a garantire la massima partecipazione degli associati.
    4. Le assemblee sono presiedute dal Presidente del Consiglio Direttivo; in caso di sua impossibilità od assenza, da una delle persone legittimamente intervenute all'assemblea ed eletta dalla maggioranza dei presenti.
    5. Lìassemblea nomina un segretario e, se necessario, due scrutatori. Nella assemblea con funzione elettiva in ordine alla designazione delle cariche sociali, è fatto divieto di nominare tra i soggetti con funzione di scrutatori, i candidati alle medesime cariche.
    6. L'assistenza del segretario non è necessaria quando il verbale dell'assemblea sia redatto da un Notaio.
    7. Il Presidente dirige e regola le discussioni e stabilisce le modalità e l'ordine delle votazioni. 8. Di ogni assemblea si dovrà redigere apposito verbale firmato dal Presidente della stessa, dal segretario e, se nominati, dai due scrutatori. Copia dello stesso deve essere messo a disposizione di tutti gli associati con le formalità ritenute più idonee dal Consiglio Direttivo a garantirne la massima diffusione.

     

    Art. 14 DIRITTI DI PARTECIPAZIONE

    Possono prendere parte alle Assemblee Ordinarie e Straordinarie dell'Associazione i soli Soci che siano in regola con il versamento della quota associativa. Ogni Socio ha diritto ad esercitare un solo voto. Ogni Socio può essere rappresentato con delega scritta da un altro associato il quale peraltro non potrà essere portatore di più di tre deleghe. Non è ammesso il voto per corrispondenza o altro mezzo equipollente.
     

    Art.15 COMPITI DELL'ASSEMBLEA

    1. L'Assemblea ordinaria deve essere indetta dal Consiglio direttivo e convocata dal Presidente almeno una volta all'anno ed entro quattro mesi dalla chiusura dell'esercizio sociale per l'approvazione del bilancio consuntivo e l'approvazione del bilancio preventivo.
    2. L'assemblea ordinaria:

    1. delibera, nei limiti dello Statuto Sociale, sull'indirizzo generale dell'attività e la gestione della Associazione, nonché approva i regolamenti sociali;
    2. approva, annualmente, il rendiconto economico e finanziario predisposto dal Consiglio Direttivo secondo quanto disposto dalle leggi vigenti in materia;
    3. elegge il Presidente ed il Consiglio Direttivo;
    4. delibera su tutti gli argomenti attinenti alla vita ed ai rapporti della polisportiva che non rientrino nell'ambito dell'assemblea straordinaria

    3. L'assemblea straordinaria, una volta convocata nei modi e nei termini di cui all'art. 13 comma 2, delibera sulle seguenti materie: approvazione e modificazione dello statuto sociale; stipula di atti e contatti relativi a diritti reali immobiliari; designazione e sostituzione degli organi sociali elettive qualora la loro decadenza comprometta il funzionamento e la gestione della polisportiva; scioglimento della polisportiva e conseguente devoluzione di patrimonio.
     

    Art. 16 CONVOCAZIONE

    1. La convocazione dell'Assemblea sia ordinaria che straordinaria, oltre che dal Consiglio Direttivo, a seguito di propria deliberazione, potrà essere richiesta dalla metà più uno dei Soci, che potranno proporre l'ordine del giorno. In tal caso la stessa dovrà essere convocata entro trenta giorni dal ricevimento della istanza in caso di richiesta di assemblea ordinaria ed entro 10 giorni qualora sia richiesta la convocazione dell'assemblea straordinaria.
    2. La convocazione dell'Assemblea in sessione Ordinaria e Straordinaria avviene a mezzo di avvisi affissi presso la Sede Sociale o di attività i quali dovranno contenere il giorno, l'ora e i luogo dell'adunanza nonché l'ordine del giorno con analitico elenco delle materie da trattare. In caso di approvazione del bilancio, copia dello stesso dovrà essere messo a disposizione di tutti i soci, così da consentirne una agevole consultazione.

     

    Art. 17 VALIDITA’ ASSEMBLEARE

    1. Tanto l'Assemblea Ordinaria che quella Straordinaria saranno valide, in prima convocazione, con la presenza della metà più uno dei Soci e deliberano validamente con voto favorevole della maggioranza dei presenti. Ogni socio ha diritto ad un voto. 2. Trascorsa un'ora dalla prima convocazione, l'Assemblea è regolarmente costituita in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei Soci presenti e delibera con il voto a maggioranza dei partecipanti. 3. Per la delibera dello scioglimento dell'Associazione e la devoluzione del suo patrimonio viene occorre comunque il voto favorevole di almeno ¾ degli associati.
     

    Art. 18 MODIFICHE DI STATUTO

    Le eventuali modifiche del presente Statuto potranno essere discusse e deliberate solo dall'Assemblea Straordinaria dei Soci e solo se poste all'ordine del giorno.
     

    Art. 19 CONSIGLIO DIRETTIVO

    1. Il Consiglio Direttivo è composto da cinque a sette membri, eletti dall'Assemblea, e nel proprio seno elegge il Vicepresidente e nomina, anche al di fuori dei suoi membri, il Segretario con funzioni di tesoriere. Tutti gli incarichi si intendono a titolo gratuito. 2. Il Consiglio Direttivo dura in carica per un quadriennio olimpico. Si riunisce periodicamente almeno quattro volte all'anno e straordinariamente quando lo ritenga opportuno il Presidente oppure quanto sia richiesto da almeno la metà dei consiglieri. I suoi componenti sono rieleggibili. 3. Possono ricoprire cariche sociali i soli soci maggiorenni in regola con il pagamento delle quote associative e che non ricoprano cariche sociali in altre società ed associazioni sportive dilettantistiche operanti nell'ambito dei settori della SPORTFORMA; inoltre, non devono aver riportato condanne passate in giudicato per delitti non colposi e non devono essere stati assoggettati a squalifiche o sospensioni superiori ad un anno da parte del CONI o di altra federazione sportiva nazionale. 4. Il Consiglio Direttivo è validamente costituto con la presenza della maggioranza dei consiglieri in carica e delibera validamente con l'intervento della metà più uno dei presenti. A parità di voti prevale il voto del Presidente. 5. Le deliberazioni del consiglio devono risultare da un verbale sottoscritto da chi ha presieduto la riunione e dal Segretario. Lo stesso deve essere messo a disposizione di tutti gli associati nei modi più opportuni e ne deve essere garantita la massima diffusione. 6. All'interno del Consiglio Direttivo vengono annualmente designati i consiglieri delegati alla gestione ed all'indirizzo dei quattro settori in cui si articola l'attività dell'Associazione. Apposita delega può essere conferita anche al Presidente ed al Vicepresidente. 7.Qualora venisse a mancare nel corso dell'esercizio un consigliere, i rimanenti provvederanno all'integrazione del consiglio con il subentro del primo candidato escluso nelle precedenti elezioni; qualora venissero a mancare due o più consiglieri, i rimanenti dovranno convocare un'assemblea straordinaria avente ad oggetto la nomina di nuovi consiglieri. 8. Nel caso di dimissioni o impedimento del Presidente le sue funzioni saranno svolte dal Vicepresidente fino alla nomina di un nuovo Presidente, che dovrà avvenire alla prima assemblea utile successiva. 9. Il Consiglio Direttivo dovrà ritenersi decaduto e non più in carica qualora per dimissioni o altra causa venga a perdere la maggioranza dei suoi membri, compreso il Presidente. Al verificarsi di tale evento dovrà essere convocata immediatamente e senza ritardo una nuova assemblea ordinaria per la nomina del nuovo Presidente e del nuovo Consiglio Direttivo. Fino alla sua costituzione e limitatamente agli affari urgenti e alla gestione dell'amministrazione ordinaria della polisportiva le funzioni saranno svolte dal Consiglio Direttivo decaduto.
     

    Art.20 COMPITI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

    Il Consiglio Direttivo esercita le seguenti funzioni ed attribuzioni:

    1. cura il raggiungimento dei fini per cui è stata costituita l'Associazione attraverso l'ordinaria amministrazione e, con l'esclusione dei compiti espressamente attribuiti all'Assemblea dal presente Statuto, la straordinaria amministrazione;
    2. attua le deliberazioni dell'Assemblea;
    3. delibera sulle domande di ammissione dei nuovi Soci;
    4. predispone il rendiconto economico e finanziario da presentare all'Assemblea riferendo sull'attività svolta e su quella in programma;
    5. stabilisce le quote che i Soci debbono versare annualmente;
    6. designa i collaboratori preposti alle varie attività;
    7. convoca l'Assemblea Ordinaria e le eventuali Assemblee Straordinarie;
    8. delibera sui provvedimenti disciplinari a carico dei Soci.

     

    Art. 21 IL PRESIDENTE

    1. Il Presidente ha la legale rappresentanza dell'Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio e dispone del potere di firma sociale. Egli convoca e presiede il Consiglio Direttivo e ne segue le deliberazioni.
    2. Il Presidente è responsabile del funzionamento dell'Associazione e degli atti amministrativi compiuti in nome e per conto dell'Associazione stessa.
    3. Coordina lo svolgimento delle manifestazioni e dell'attività, firma la corrispondenza che impegna il Sodalizio. Nel caso di assenza e/o impedimento temporaneo è sostituito nelle sue funzioni dal Vicepresidente.
    4. Il Presidente, qualora rivesta o abbia assunto cariche di natura tecnica all'interno di altre Federazioni i cui Statuti o Regolamenti espressamente prevedano l'incompatibilità tra funzioni direttive e tecniche in associazioni o federazioni differenti e distinte, in caso di delibere riguardanti l'attività in cui si manifesti la suddetta situazione dovrà astenersi dal voto e l'esecuzione della relativa delibera dovrà essere affidata al Consigliere delegato che si occupa di tale settore.

    Art. 22 DIVIETO PER GLI AMMINISTRATORI

    É fatto divieto agli amministratori di ricoprire la medesima carica, a pena di decadenza dalla stessa, in altre società od associazioni sportive dilettantistiche nell'ambito della medesima Federazione sportiva o Disciplina associata se riconosciuta dal CONI, ovvero nell'ambito della medesima disciplina facente capo ad un Ente di promozione sportiva.
     

    Art. 23 DURATA

    La durata dell'Associazione è illimitata. L'Associazione non potrà essere sciolta se non in base a specifica deliberazione straordinaria dell'Assemblea dei Soci.
     

    Art. 24 SETTORI E SEZIONI

    L' Associazione potrà strutturarsi in Settori di attività sportiva, ricreativa, culturale ed artistica disciplinati da specifici Regolamenti organici che faranno parte integrante del presente Statuto. Potrà altresì costituire delle Sezioni in luoghi diversi dalla propria sede legale, qualora sia opportuno, per meglio raggiungere gli scopi sociali.
     

    Art.25 TRASFORMAZIONE

    L'Assemblea potrà, a maggioranza qualificata, deliberare la trasformazione della Associazione in Società di Capitali, ai sensi della legge 23/03/1981 n°91 e per gli effetti di cui alla legge 18/02/1983 n°50.
     

    Art.26 CLAUSOLA COMPROMISSORIA

    Tutte le eventuali controversie tra i Soci e tra questi e l'Associazione ed i suoi Organi, saranno sottoposte con esclusione di ogni altra giurisdizione, alla competenza di tre Arbitri, due saranno nominati dalle parti, il terzo sarà deciso dalle due parti nominate o, se in disaccordo dal Presidente del Tribunale; essi giudicheranno exbono et aequo, senza formalità di procedura ed il loro giudizio sarà inappellabile.
     

    Art. 27 SCIOGLIMENTO

    1. Lo scioglimento dell'Associazione è deliberato dall'Assemblea Generale dei Soci convocata in seduta Straordinaria, con l'approvazione di almeno 3/4 dei Soci e, comunque, secondo le norme del Codice Civile.
    2. In caso di scioglimento il Patrimonio dell'Ente sarà devoluto ad altra Associazione con finalità analoga o a fine di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'art.3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n.662, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

     

    Art. 28 NORMA FINALE

    Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Statuto si applicano le norme e le leggi vigenti che regolano l'Associazionismo sociale, sportivo dilettantistico, culturale e ricreativo del tempo libero, nonché lo Statuto delle Federazioni e degli Enti di appartenenza nonché le norme del Codice Civile.